mercoledì 14 novembre 2012

Dire CArtoleria alla toscana

Buon pomeriggio lettori
continuiamo il nostro viaggio nel mondo degli artigiani facendo tappa ad Artoleria! 




Artoleria è un nome che nasce anni fa: ho iniziato creando biglietti di auguri personalizzati ed ognuno diverso dall'altro, fatti interamente a mano.. sognavo di avere una cartoleria e allo stesso tempo anche di creare e dipingere. Quindi ho tolto qualcosa dal mio “sogno”...e senza farlo apposta ne è uscita una cartoleria detto "alla fiorentina": senza la C!! (sono originaria di Firenze, si capiva?).

Artoleria nasce quindi nel tempo, attraverso varie arti, tecniche e stili dalle mani di una ragazza (io) che ha sempre avuto nella testa di usare le mani ma che non ha mai afferrato sul serio questa aspirazione come una strada da percorrere professionalmente. 


Mi ispiro ad una donna che ha voglia di giocare, di sorridere e di stupire. Una donna che ama inventare nuovi modi per indossare un accessorio, o decorare casa cambiando colore ed uso ai complementi di arredo che già possiede... che valorizza con coerenza lo stile di quello che indossa e di cui si circonda e arriva a scambiare una collana con un quadretto... per poi indossarlo! ...o ancora.. che si mette addosso un centrino.
Voglio dire: la donna che acquista Artoleria osa con nuovi punti di vista, prende nelle sue mani le mode e le fa proprie e qualche volta le precede senza imbarazzo! 

Il mio brand si rivolge principalmente al mondo femminile, ma con la linea degli accessori per casa vorrei realizzare anche dei decor per la casa e complementi per bambini.

Con le mie creazioni voglio trasmettere la gioia di vivere e sperimentare nuove strade, la possibilità di vedere la vita in tutte le sue sfumature: sperimentare ciò che ho trovato io attraverso il lavoro delle mie mani, attraverso l'arte ed il recupero creativo degli elementi più diversi e di oggetti o materiali vintage e di recupero. 




Il mondo dei blog... E' grazie all'apertura del blog Artoleria che la mia “smania” creativa inizialmente indefinita ha preso coraggio ed è grazie ai contatti e alla rete che ho trovato la forza di uscire e realizzare oggetti per la vendita, per percorrere la strada verso il mio stile. E' stato attraverso il blog che ho imparato a usare da zero la macchina fotografica e mi sono riappropriata della mia passione per la scrittura. 

I blog sono un magnifico mondo di ricerca, alcuni riusciti, altri meno. Sono senz'altro una splendida opportunità per definirsi, per raccontarsi, per trovare identità e ascolto. Credo che oggi siano un inizio per molti. Destinato a trasformarsi o ad evolversi o a morire a seconda della autenticità e della forza dell'autore.

Il mio sito internet è il mio blog, www.artoleria.com. 
Per mostrare le cose che faccio mi servo di Etsy, che considero come una vetrina finché il tempo dedicato e il volume di affari non potrà aumentare. Mi dà delle soddisfazioni perché ho potuto mettere alla prova alcune cose che ho realizzato (come le treccine multicolor, che hanno avuto notevole successo fin da subito e che sono del tutto nuove per il modo di indossarle e la tecnica di chiusura).
Un sito e-commerce indipendente è uno dei miei sogni, ma sto ancora cercando di capire se è una priorità. In questo momento sto uscendo dalla rete che mi ha cullata fino ad oggi per sperimentare i miei prodotti anche dal vero. E devo dire che per ora non mi posso lamentare!




Il mondo della moda è per me sempre più libero e sperimentale: credo che la libertà della moda sia ambire a valorizzare la persona e non la moda stessa. In questo momento convivono diversi stili (sono nati tanti designer indipendenti, che amano il sincretismo degli stili e delle tecniche) e questo è un segno non indifferente. 
Non è forse estremamente affascinante?!


Sono completamente autodidatta in campo artistico. I miei studi ufficiali sono l'esatto opposto di quello che sono e che faccio (purtroppo) ed anche il mio lavoro “ufficiale” è stato molto diverso: sono un’educatrice laureata che ha lavorato per anni con i bambini, e ho una specializzazione in quality management, con la quale ho lavorato per il miglioramento manageriale di aziende di servizi. Ho fatto molti lavori, ma il comune denominatore è la spinta a dar valore a quello che mi circonda. Ho dovuto lottare molto con me stessa per capire che il mio istinto creativo poteva avere un valore reale e realizzabile.. ma mi sento una ragazzina, ho ancora del tempo!
Dopo il periodo della mia gravidanza e la nascita di mia figlia, sono passata dalla realizzazione di piccole cose come i biglietti e  decorazione a mano di t-shirt, con il blog (www.artoleria.com) e l'Etsy Shop (http://www.etsy.com/shop/Artoleria), a creare accessori per capelli e decorazioni per la casa. Ora che le persone, gli amici, sanno che creo cose sempre nuove mi portano molti materiali bellissimi e io mi diverto a sperimentare nuove tecniche. Nella mia mente ci sono moltissime idee e progetti che non amo copiare da cose già viste, ma desidero ascoltare quello che nasce dalla mia testa e dalle mani come dai materiali stessi, sopratutto quelli  antichi che mi “parlano”della loro storia e mi dicono che hanno ancora molto da raccontare! 



Katia, la mente di Artoleria tra le sue creazioni


Oggi desidero uscire dal canale della rete internet mettendomi giorno dopo giorno alla prova per realizzare cose che altrimenti avrei soltanto immaginato: allestimenti, oggetti da cose di recupero, nuove linee di accessori, pezzi d'arte, disegni di abiti.  
Collaboro con diverse realtà, dal mondo dell'usato e vintage, a quello del design, alla moda, all'artigianato, all'hair styling: vedrò dove porteranno questi sentieri differenti ma so per certo che non perderò l'occasione di avviare una vera e propria attività. 

Vorrei poter avere un mio laboratorio o un concept store dove vendere pezzi unici miei e di altri artisti che magari hanno un talento strepitoso ma non hanno spinta imprenditoriale e commerciale che avverto io. 
Incoraggiare gli altri è sempre stata una mia priorità e vedo che più lo faccio più trovo amore per quello che faccio, soddisfazione e … magnifiche collaborazioni!


5 commenti:

  1. Splendida intervista! Confermo che la signora Artoleria è davvero un vulcano di idee oltre ad una bellissima persona!

    RispondiElimina
  2. Anche a noi di thetailorsproject sono piaciuti i lavori di Katia! continua così e in bocca al lupo ;)

    RispondiElimina
  3. Grazie ancora siete splendide...tutte! ;)

    RispondiElimina